Martedi, 21 agosto 2018 ore 13:43
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Opportunità anche per i giornalisti nei bandi regionali per tirocini e occupazione. Occorre essere iscritti presso i Centri per l’impiego

Tirocini e nuova occupazione, i recenti bandi dell’assessorato regionale Lavoro sono una importante opportunità anche per i giornalisti. I disoccupati beneficiari delle misure debbono assolutamente risultare iscritti in uno dei Centri per l’Impiego della Regione.

ASSOSTAMPA fnsiQuesta mattina una delegazione dell’Associazione siciliana della Stampa, il sindacato dei giornalisti, ha incontrato la dirigente generale del dipartimento al Lavoro della Regione Siciliana, Francesca Garoffolo.
Il segretario regionale Assostampa, Roberto Ginex, Dario Fidora, responsabile per il lavoro autonomo, e Salvatore Ferro, componente della segreteria provinciale del sindacato e del consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, hanno voluto rivolgere alcuni quesiti sulle modalità di accesso ai benefici previsti dai bandi, in considerazione della particolare disciplina del praticantato giornalistico e dell’iscrizione all’elenco dei pubblicisti. Il giornalista praticante, che è assunto, non può infatti percepire l’indennità prevista dall’Avviso 20 per il finanziamento di tirocini obbligatori e non obbligatori delle professioni ordinistiche. È invece possibile effettuare un tirocinio coerente con l’obiettivo del titolo di giornalista pubblicista, che non prevede un registro obbligatorio presso l’Ordine. Il beneficiario, che non deve avere in corso un contratto di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo con il soggetto ospitante, potrà percepire direttamente dalla Regione un indennità di 600 euro per 12 mesi.

Chi guarda alla professione giornalistica potrà anche chiedere, valendosi invece dell’Avviso 22, di svolgere dei tirocini extracurriculari che prevedono un’indennità di 500 euro per sei mesi, per acquisire competenze utili nel campo, per esempio, della comunicazione digitale e dei social network.

Più complessa le modalità previste dall’Avviso 21 per l’occupazione di disoccupati di lunga durata e disabili. I destinatari debbono essere residenti in Sicilia da almeno sei mesi, con un’età compresa tra i 18 e 65 anni compiuti, in cerca di lavoro da più di 12 mesi (da più di sei mesi se giovani da 18 e 24 anni).
Il bonus viene erogato alle aziende per un periodo di 24 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di 14.000 euro nei due anni: 6.000 euro nei primi dodici mesi, 8.000 tra il 13esimo e il 24esimo mese. Il finanziamento in ogni modo non può superare il 50% (75% per i disabili) del costo salariale sostenuto dal datore di lavoro.

“Il sindacato dei giornalisti intende stabilire con l’assessorato regionale al Lavoro”, ha affermato il segretario Assostampa Sicilia, Roberto Ginex, “un proficuo e intenso rapporto istituzionale, per potere consentire ai tanti colleghi e aspiranti giornalisti che si trovano immersi in un regime di precarietà ancor prima di conseguire il titolo professionale, di fruire nella misura più ampia dei benefici che l’amministrazione regionale ha inteso e intenderà attivare nel prossimo futuro. Ringraziamo la dirigente generale del dipartimento al Lavoro della Regione Siciliana, Francesca Garoffolo, per la cordiale disponibilità dimostrata in questa occasione e per i preziosi chiarimenti sulle procedure da utilizzare. Ai colleghi disoccupati ricordo la necessità di iscriversi ai Centri per l’impiego per utilizzare le misure a disposizione”.
La “Dichiarazione di disponibilità al lavoro” si può effettuare per via telematica sul sito, prenotando così l’incontro al Centro per l’impiego per la firma dell’interessato a conclusione del procedimento amministrativo di iscrizione.

 

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la politica sui Cookies