Sabato, 15 dicembre 2018 ore 04:23
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

La libertà di stampa principio irrinunciabile della democrazia, al Sud minacciata da tanti fattori

Giornata mondiale della liberta di stampaSi celebra oggi la XXV Giornata mondiale della libertà di stampa, voluta dalle Nazioni Unite. Libertà che è difficile ottenere nei Paesi con regimi dittatoriali o soffocati dalla dilagante corruzione anche degli apparati statali, libertà che è altrettanto difficile – hanno dichiarato il segretario regionale Roberto Ginex e il segretario provinciale di Assostampa Catania, Daniele Lo Porto – anche in quelle regioni dove le aziende editoriali sono in contrazione, restringono gli spazi professionali, riducono le risorse economiche, spesso trincerandosi dietro la crisi economica, che è reale, ma anche pretesto per limitare la liberta professionale, abbassare il livello qualitativo dell’informazione ridotta a un prodotto usa e getta, a basso costo e di scarsa qualità. La libertà di stampa, l’autonomia del giornalista è messa in pericolo non solo dalle minacce del mafioso,  ve ne sono casi recenti, o dai colletti bianchi che ricorrono in sede civile, da amministratori pubblici miopi o politici volgari, ma dalla mancanza di garanzie contrattuali, di  compensi dignitosi, anzi sempre più miseri e saltuari, dalla velocizzazione dei tempi che impediscono controlli e verifiche, come impone il codice deontologico, sempre meno conosciuto dai nuovi "operatori dell’informazione".

In questo contesto, ai giornalisti, in particolar modo ai  free lance, collaboratori, corrispondenti, precari, va espresso l’augurio che possano lavorare con dignità, serenità e condizioni contrattuali e professionali adeguate”, hanno concluso Ginex e Lo Porto.

Tags: Catania

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la politica sui Cookies