Martedi, 9 agosto 2022 ore 03:00
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Nel ricordo di Pippo Fava, trent'anni dopo

Giuseppe FavaIl sacrificio di Giuseppe Fava non è stato vano. Come non è certo inutile ricordarlo ancora, trent’anni dopo. Fava è stato un vero precursore, soprattutto come giornalista. In un mondo dell’informazione - come quello attuale - che guarda al giornalismo di approfondimento e di inchiesta come all’unica via per sopravvivere in un mondo in cui tutti hanno accesso ai mezzi di comunicazione, l’insegnamento di Pippo Fava e il suo modo di fare giornalismo diventano davvero di grandissima attualità. Indicano infatti una strada a tutti i giornalisti, indicano il modo per tenere la schiena dritta davanti al potere e continuare ad avere la funzione di "inviati speciali della società civile" ovunque ci sia da indagare, capire e fare conoscere a tutti.
Fava, con il coraggio e la determinazione che gli erano propri, capì che la vera conoscenza delle cose era ciò che dava più fastidio a ogni tipo di potere: politico, mafioso, economico. Spesso indissolubilmente legati fra loro. E per questo compiva ogni giorno il proprio dovere di informare. Ed è proprio questo l’insegnamento, quanto mai attuale, che ha lasciato e che l’Associazione siciliana della Stampa ricorda a tutti i giornalisti.

Alberto Cicero, Segretario regionale Assostampa

Tags: Catania