Martedi, 9 agosto 2022 ore 02:59
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Truffa Sopaf-Inpgi: la difesa di Andrea Camporese ricusa il Gup di Milano, l'Inpgi non si costituisce parte civile

Camporese AndreaInchiesta Sopaf: da difese istanza di ricusazione del gup
Casse medici e ragionieri chiedono di costituirsi parti civili (ANSA) - MILANO, 14 DIC - Un'istanza di ricusazione del gup di Milano Alessandro Santangelo e' stata presentata da alcuni difensori nell'udienza preliminare a carico del presidente dell'Inpgi, Andrea Camporese, e di altre persone coinvolte nell'inchiesta sul crac della holding Sopaf fondata dai fratelli Magnoni. La richiesta - sulla quale si esprimera' la Corte d'Appello di Milano - e' motivata con il fatto che lo stesso gup nei mesi scorsi aveva gia' respinto una richiesta di patteggiamento presentata da Giorgio e Luca Magnoni nell'ambito di uno dei filoni del procedimento giudicando la pena "non congrua". E, secondo i difensori, ha espresso un giudizio "in grado di condizionare" l'udienza preliminare che si e' aperta oggi. Se la Corte d'Appello accogliera' l'istanza, il procedimento verra' assegnato a un altro gup. Intanto, oggi hanno chiesto di costituirsi parti civili l'Ente nazionale di previdenza ed assistenza medici (Enpam), la Cassa nazionale di previdenza e assistenza dei ragionieri e i curatori fallimentari di Sopaf. Istanze sulle quali il gup si esprimera' nella prossima udienza, il 14 gennaio. Non ha chiesto invece di costituirsi parte civile l'Istituto di previdenza dei giornalisti. Camporese - che ha sempre respinto tutte le accuse - e' imputato di truffa ai danni dell'Inpgi e di corruzione in quanto, secondo l'accusa, avrebbe ricevuto 200 mila euro "a titolo di remunerazione per il compimento di atti contrari ai doveri d'ufficio". Oltre a Camporese, sono imputati, tra gli altri, i finanzieri Aldo e Andrea Magnoni e l'ex ad della societa' Adenium (controllata da Sopaf) Andrea Toschi. (ANSA).


Sopaf: difesa Camporese ricusa gup Milano, Inpgi no parte civile
(AGI) - Milano, 14 dic. - La difesa di Andrea Camporese, presidente dell'Inpgi, l'ente previdenziale dei giornalisti, ha presentato un'istanza di ricusazione del gup di Milano Alessandro Santangelo davanti al quale si celebra l'udienza preliminare in cui e' accusato di truffa ai danni dell'ente da lui presieduto e di corruzione. L'istanza e' stata condivisa anche dai difensori degli altri imputati, tra i quali i finanzieri Aldo e Andrea Magnoni. La richiesta di ricusazione, che verra' valutata nei prossimi giorni dalla Corte d'Appello meneghina, viene motivata col fatto che il gup Santangelo si era gia' pronunciato nei mesi scorsi, sempre nell'ambito dello stesso procedimento, sui patteggiamenti di Giorgio Magnoni e del figlio Luca. Oggi hanno chiesto di costituirsi parti civili l'Enpam e la Cassa dei ragionieri, rispettivamente gli enti previdenziali di medici e ragionieri, mentre l'Inpgi ha ritenuto di non chiedere la costituzione 'contro' il suo presidente. Hanno invece chiesto la costituzione i curatori fallimentari che si occupano di Sopaf, la holding della famiglia Magnoni in concordato preventivo dal febbraio 2013. Camporese e' accusato di truffa ai danni dell'istituto di previdenza e di corruzione perche' avrebbe ricevuto 200mila euro "a titolo di remunerazione per il compimento di atti contrari ai doveri di ufficio". (AGI)