testata-sito
 

Manifestazione di interesse per proposte di iniziative di formazione e disponibilità ad offrire il proprio contributo per partecipare alle attività

 allievi in classe

Assostampa Sicilia invita giornalisti e soggetti esperti nelle varie discipline della comunicazione di massa a proporre iniziative di formazione professionale e a manifestare la propria disponibilità ad offrire il proprio contributo per partecipare all'attività didattica.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, nella riunione del 17 dicembre 2019, preso atto del parere favorevole reso dal Ministero della Giustizia con nota prot. n. m_dg.DAG.13/11/2019.0218332.U, ha autorizzato il consorzio in ATS “Centro Studi e Sperimentazione nelle Discipline dell’Informazione e Comunicazione di Massa”, promosso da Assostampa Sicilia e dall’Università telematica eCampus, allo svolgimento dell’attività di formazione professionale continua (FPC) per i giornalisti, per la durata di 3 anni a decorrere dalla data di autorizzazione.

Il consorzio di formazione “Centro Studi e Sperimentazione nelle Discipline dell’Informazione e Comunicazione di Massa” potrà promuovere, oltre che attività di FPC, anche iniziative di orientamento, di preparazione o propedeutiche all’accesso alla professione giornalistica, nonchè corsi di livello universitario (corsi di laurea e master di primo e secondo livello) e di specializzazione nelle discipline inerenti.

L’obiettivo che si pone il Sindacato è naturalmente quello di aumentare la varietà delle attività formative di adeguato livello, e a tale scopo il consorzio di formazione intende valersi anche delle proposte, indicazioni e contributi che potranno provenire da soggetti qualificati per la ideazione e realizzazione di iniziative di maggiore interesse ed elevato profilo per le discipline giornalistiche.

Le proposte affinché siano organizzate specifiche iniziative formative e la disponibilità di singoli esperti quali relatori, docenti o tutor potranno essere manifestate inviando la descrizione dei seminari, moduli didattici, insegnamenti e attività che si intendono realizzare a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il consorzio di formazione valuterà l’adeguatezza delle proposte e delle manifestazioni di disponibilità. Per quest’ultime verrà individuata una “Long-list” di esperti contenente due elenchi distinti, di cui uno costituito esclusivamente da giornalisti in possesso di comprovate competenze professionali.

In particolare ai giornalisti che si candidano offrendo il loro contributo come relatori, docenti e tutor viene richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
- iscrizione all’Albo da almeno 10 anni;
- esperienza professionale nella disciplina o nella specialità d’insegnamento comprovata da circostanziato curriculum, redatto in formato europeo;
- capacità didattica ed espositiva;
- adeguata preparazione teorica, in particolare per quanto riguarda la deontologia professionale;
- adempimento degli obblighi formativi.

Ciascun giornalista esperto potrà dare la sua disponibilità come relatore, docente o tutor candidandosi per non più di tre insegnamenti. È preferibile il possesso un titolo di studio di livello universitario coerente con le discipline per le quali si manifesta la candidatura a dare il proprio contributo.

Elenco dei raggruppamenti disciplinari e delle classi di insegnamenti verso cui esprimere disponibilità.

 A) Sistema dell’informazione e del giornalismo

- Economia dei media

- Gestione dell’impresa editoriale e lavoro autonomo

- Modelli organizzativi e produttivi nazionali e internazionali

- Organismi di categoria

- Contratti di lavoro

 B) Fondamenti culturali dell’informazione

- Diritto dell’informazione e della comunicazione. Elementi di diritto pubblico, civile e penale con le relative tecniche di procedura

- Elementi di diritto dell’Unione europea

- Elementi di micro e macroeconomia

- Elementi di scienze politiche

- Elementi di geopolitica

- Elementi di storia contemporanea (dal 2° dopoguerra ai giorni nostri)

- Discipline scientifiche (con particolare riferimento ai temi della salute, dell’ambiente, delle fonti energetiche e dello sviluppo sostenibile)

- Elementi di sociologia della comunicazione

- Elementi di storia del giornalismo

 C) Etica e deontologia

- Doveri del giornalista

- Carte e codici

- Procedimento e sanzioni disciplinari

 D) Discipline tecniche per la professione giornalistica

- Tecniche di scrittura e linguaggi della comunicazione giornalistica

- Comunicazione verbale e non verbale

- Forme del giornalismo: intervista, racconto, reportage, inchiesta, fotogiornalismo

- Settori: cronaca, sport, economia, esteri, politico-parlamentare, cultura, spettacoli, scienze, giudiziaria, giornalismo per uffici stampa, giornalismo di genere

- Media: agenzie di informazione, stampa, tv, radio, internet

- Foto e video giornalismo

- Editing e impaginazione

- Tecnica di ripresa digitale

- Tecniche di montaggio

 E) Innovazione tecnologica e giornalismo crossmediale

- Linguaggi e tecniche web

- Accesso alle fonti su Internet e verifica della loro attendibilità

- Data journalism e infografica

- Social media e giornalismo digitale

- Applicazioni e nuovi supporti

Il consorzio deciderà periodicamente quando aggiornare la Long-list, in relazione ai fabbisogni delle iniziative di formazione da avviare.

I corsi potranno essere somministrati anche gratuitamente ovvero con borse di studio, anche parziali. Ogni eventuale aspetto economico riguardante rimborsi, indennità e compensi di relatori, docenti e tutor sarà regolato per iscritto dal consorzio prima dell’inizio di ogni singola attività.