Martedi, 3 ottobre 2023 ore 03:04
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

#Wpfd2023, Assostampa Sicilia per la Giornata mondiale della libertà di stampa

World Press Freedom Day WPFD 2023

Non c’è democrazia senza una stampa libera e indipendente in cui i giornalisti sono impegnati ogni giorno a raccontare storie di verità e informazione.

Il tema del #Wpfd2023 è "Dare forma a un futuro di diritti: la libertà di espressione come motore per tutti gli altri diritti umani."

L’Associazione Siciliana della Stampa sostiene, fa propri e diffonde i principi celebrati oggi nel 30° anniversario della proclamazione della Giornata mondiale della libertà di stampa da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, a seguito di una risoluzione della Conferenza generale dell'UNESCO.

Il diritto alla libertà di espressione e il suo corollario, il diritto di accedere alle informazioni, ci consentono di cercare, ricevere e diffondere informazioni, idee, concetti e convinzioni oltre i confini e le culture. E in questo esercizio, i media e i giornalisti giocano un ruolo essenziale: aiutano a verificare e diffondere i fatti, creano spazi per il dibattito delle idee e per l'ascolto di chi non ha voce, rendono comprensibili al grande pubblico questioni complesse. Quindi la precarizzazione del giornalismo lede il diritto del cittadino ad una corretta informazione.
Nel corso degli ultimi tre decenni, il movimento globale che celebra la Giornata mondiale della libertà di stampa è cresciuto di dimensioni per riaffermare il ruolo fondamentale dei media liberi, indipendenti e pluralistici; fare il punto sulle sfide cui deve far fronte la libertà dei media e la sicurezza dei giornalisti; difendere i media dagli attacchi oltre che per rendere omaggio ai giornalisti che hanno perso la vita nell'esercizio del loro lavoro.
La Giornata mondiale della libertà di stampa è stata proclamata dalle Nazioni Unite nel 1993. Trascorsi tre decenni tuttavia, la libertà dei media, la sicurezza dei giornalisti e la libertà di espressione sono sempre più sotto attacco, con gravi ripercussioni sulle istituzioni alla base della democrazia, lo Stato di diritto e i diritti umani.
Tante, troppe le continue minacce ai diritti dei cittadini correlate alla compressione alla libertà di espressione. Lunga la lista delle criticità evidenti, ne ricordiamo alcune: dibattito politico e sociale polarizzato; imposizione di stati di emergenza e interruzioni di Internet; repressione delle voci critiche e dei media indipendenti; querele bavaglio; desertificazione delle notizie a causa del crollo dei modelli di business dei media tradizionali; incitamento all'odio; fake news, disintermediazione e disinformazione online e offline; erosione della fiducia da parte dei lettori.
Stampa libera, sicurezza dei giornalisti e accesso all'informazione sono al centro dell'attenzione del WPFD. Quattro, ricordiamo, sono le libertà fondamentali delineate nel preambolo della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 1948: libertà di parola, libertà di credo, libertà dalla paura e libertà dal bisogno. Non è un caso che la libertà di parola venga citata per prima, perché libertà fondamentale che abilita tutte le altre. Il diritto alla libertà di espressione è sancito dall'articolo 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. La celebrazione del 30° anniversario della Giornata mondiale della libertà di stampa è quindi un appello a riconoscere come i media indipendenti, pluralistici e diversificati siano chiave necessaria per il godimento di tutti gli altri diritti umani.

Guardando avanti, ora è il momento opportuno per modellare il modo in cui le sfide alla libertà di espressione saranno affrontate nell'ecosistema digitale e nell'ambiente dell'informazione in rapida evoluzione. La Giornata mondiale della libertà di stampa raccoglierà i risultati della Conferenza globale dell'UNESCO su Internet per la fiducia e la guida sulla regolamentazione delle piattaforme digitali per l'informazione come bene pubblico e rifletterà sul modo in cui la trasformazione digitale e i progressi tecnologici richiedono una rinnovata enfasi sulla libertà di espressione come chiave per godere di tutti gli altri diritti umani.
L'importanza cruciale della libertà di stampa nella difesa dei diritti umani e l'impatto delle sue limitazioni su tutte le libertà fondamentali è stato reso particolarmente evidente durante le recenti emergenze che hanno colpito il mondo, dalla pandemia di COVID-19 alle crisi elettorali, ai conflitti armati o alle problemi. Tuttavia, i tentativi di mettere a tacere i media continuano a moltiplicarsi in tutto il mondo, con vecchi metodi di censura, violenza e molestie accompagnati da attacchi digitali sempre più pervasivi.
L’Unesco in questo 30° #Wpfd ha voluto diffondere sui social media un messaggio importante e significativo “Everyting is alright”, spiegando che “Se tutto va bene nelle news, c'è qualcosa che non funziona nel giornalismo e quando il giornalismo è compromesso, non si possono proteggere i diritti umani”.

Everything is alright