Martedi, 6 dicembre 2022 ore 19:02
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Assostampa e Gus: “Circolare assessorato Salute su uffici stampa, informazione trasparente per i cittadini. Sarà riferimento per manager sanità”

assessorato salute sicilia palermo

 Dopo un lungo e articolato percorso è arrivato alla conclusione l’iter per avviare i concorsi negli uffici stampa delle aziende sanitarie in Sicilia.

La segreteria regionale di Assostampa e il direttivo del Gus (Gruppo uffici stampa) del sindacato unitario dei giornalisti hanno raggiunto un risultato importante per la categoria con la firma da parte del vertice dell’assessorato alla Salute di una circolare sull'informazione pubblica.
“Dopo la direttiva Zambuto che ha messo ordine sugli uffici stampa degli enti locali in Sicilia, arriva la circolare Razza che apre ai concorsi negli uffici stampa della sanità siciliana e introduce il giornalista pubblico nelle aziende sanitarie”, scrivono la segreteria regionale di Assostampa Sicilia e il direttivo del Gus. Si tratta di un passaggio importante sono solo per i giornalisti ma per la qualità dell’informazione.
L’assessorato regionale alla Salute, a firma congiunta dell’assessore Ruggero Razza e del dirigente generale Mario La Rocca, ha emanato la direttiva sui nuovi profili dell’informazione e della comunicazione, “richiesta - si legge nella circolare - dall’Associazione Siciliana della Stampa, dopo l’audizione avvenuta in Commissione legislativa Salute dell’ARS”.
Lo scorso 8 marzo infatti il segretario regionale dell’Assostampa, Roberto Ginex, e il presidente del GUS, Vito Orlando, avevano consegnato ai commissari e all’assessore un ampio dossier di circa 20 pagine sulla situazione dell’informazione pubblica nel settore della sanità nell’Isola. Nella circolare sono due in particolare le indicazioni per le aziende e gli enti del SSR: la prima è quella di “procedere all’avvio/ prosecuzione/ definizione delle procedure di assunzione del personale a copertura dei profili professionali specifici di giornalista pubblico e di specialista della comunicazione istituzionale”. Vi sono aziende, come il Civico di Palermo, l’ASP di Caltanissetta o l’ASP di Messina che a oggi non hanno ancora un ufficio stampa.
“Al contempo - si sottolinea nella circolare - al fine di valorizzare l’esperienza maturata dal personale in precedenza inquadrato in altro profilo, per assenza del più pertinente profilo, le aziende potranno procedere al passaggio orizzontale dei dipendenti all’interno della medesima categoria, in possesso dei requisiti professionali previsti per l’accesso al profilo di riferimento”.


Nella sostanza sono state accolte dall’assessorato le richieste fatte da Assostampa e Gus:
1) prevedere i posti per giornalista pubblico per le aziende che non li avevano inseriti nel piano di fabbisogno;
2) bandire subito i concorsi per le aziende che avevano previsto i posti in pianta organica;
3) per le aziende che hanno già gli addetti stampa tra il personale di ruolo, prevedere il passaggio dal vecchio profilo di collaboratore amministrativo a quello di giornalista pubblico.


Assostampa e Gus dunque esprimono la loro soddisfazione e ringraziano l'assessore e il direttore per l'attenzione su un tema importante non solo per i giornalisti ma soprattutto per i cittadini ai quali va garantita una informazione trasparente e corretta. In questo modo, infine, si è potuto anche affrontare le problematiche della nostra categoria con un provvedimento preciso e puntuale, che diventa un punto di riferimento chiaro per i manager delle aziende sanitarie e ospedaliere siciliane.