Martedi, 29 novembre 2022 ore 14:42
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Avviso pubblico addetto stampa contestato, Assostampa: “La replica confusa del cda Cumo solleva ulteriori perplessità”

CUMO Noto citta universitaria

La replica alle osservazioni del sindacato dei giornalisti, oltre che a quelle di qualche primo cittadino socio del consorzio, da parte del presidente del Cda e dell’amministratore delegato del CUMO, sollevano ulteriori perplessità sulla pervicacia con cui si intende andare avanti nella scelta dell’addetto stampa tramite la contestata manifestazione di interesse, senza seguire la strada maestra dell’evidenza pubblica.

Nulla quaestio sulla “vivacità dell’offerta formativa” che sta portando avanti il Consorzio universitario, né sul ruolo fondamentale della comunicazione pubblica - qui sfondano una porta aperta - ma certamente non è quella intrapresa da loro la via più giusta.

Nella replica, dal Consorzio citano ad esempio l’ISPRA, che però affida incarichi di lavoro autonomo per laureati della durata di sei mesi e nell’ambito di uno specifico progetto, mentre il comune di Jesolo ha, in ogni caso irritualmente, predisposto una “procedura negoziata per l’affidamento del Servizio di ufficio stampa” rivolto ad imprese tramite gara pubblica, non a singoli professionisti come intende fare invece il CUMO.

Inoltre i due amministratori confondono i requisiti di partecipazione, quale è ad esempio l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti, con i criteri di selezione (completamente assenti nell’avviso) che la commissione deve obbligatoriamente adottare per la selezione delle domande, come le esperienze professionali, sia nel settore privato sia nel settore pubblico, i titoli di studio, ecc.

Nessun dirigente di questo sindacato, può quindi far parte una commissione esaminatrice per una manifestazione di interesse così concepita.

E visto che lamentano di non avere la pianta organica e non possono bandire un concorso pubblico, almeno emanino un Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento, con contratto di lavoro autonomo, di un incarico di Addetto Stampa, per il periodo di un anno, ai sensi dell’art. 7, comma 6 del D.Lgs. n° 165/2001 e ss.mm.ii. Con adeguato compenso e a norma di legge, come fanno decine di enti pubblici in Italia.

 

Tags: Siracusa, addetti stampa