Martedi, 6 dicembre 2022 ore 18:27
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Giornalisti uffici stampa, due siciliani nel nuovo consiglio direttivo del GUS nazionale

logo GUS nazionale

Assunta Currà, dopo 50 anni, primo presidente donna del Gruppo Giornalisti Uffici Stampa nazionale. Vicepresidente Sergio Nuvoli.

Il gruppo Giornalisti Uffici Stampa nazionale (GUS ) oggi, venerdì 26 novembre, ha riunito in Assemblea i propri delegati regionali per eleggere i Consiglieri e rinnovare l’intero organigramma di un gruppo di specializzazione che, da più di 50 anni, fa parte della Federazione nazionale della Stampa Italiana.
Presidente è stata eletta, per acclamazione, Assunta Currà (presidente Gus Lombardia). Vicepresidente è stato eletto Sergio Nuvoli (presidente Gus Sardegna). Currà prende il posto del presidente vicario Gus nazionale Pier Giorgio Corbia, subentrato alla morte del compianto Gino Falleri.
Il direttivo è così composto: entrano in Giunta esecutiva: Efrem Bovo (presidente Gus Piemonte), Stefano Gruppuso (presidente Gus Emilia Romagna), Angelantonio Palillo (vicepresidente Consiglio regionale Assostampa Sicilia). Nominati inoltre con l’incarico di segretario Marina Mancini (vicepresidente GUS Sicilia), con l’incarico di vicesegretario Paola Blandi (Gus Lombardia). L’incarico di tesoriere è stato affidato a Gianmaria Bedendo (Gus Lombardia).

Sono stati eletti revisori dei conti: Donatella Binaglia (presidente GUS Umbria e vice presidente ODG Umbria), Valentina Fauzia (presidente Gus Molise), Furio Reggente (Gus Lombardia). È stato eletto revisore supplente Roberto Rossi (presidente GUS Lazio e vicepresidente ODG Lazio).
Tra le priorità indicate dalla neopresidente del GUS vi sono: la riaffermazione della dignità professionale dei giornalisti che lavorano negli uffici stampa pubblici e privati, il pieno rispetto della carta deontologica dell’Ordine dei giornalisti e del testo unico dei doveri del giornalista, il rafforzamento del dialogo con i colleghi delle redazioni, la formazione, il rispetto della legge 150/2000 e della sua evoluzione, di concerto con la FNSI per fare in modo che vengano rispettati gli istituti tipici della professione.

Al presidente Assunta Currà, a tutti i componenti del nuovo Consiglio direttivo nazionale del GUS e ai colleghi siciliani Marina Mancini e Angelantonio Palillo i migliori auguri di buon lavoro di Assostampa Sicilia.


Il presidente del Gus Sicilia Francesco Di Parenti sul nuovo Consiglio del Gus Nazionale

L'elezione degli organi statutari del Gus nazionale è un'ottima notizia per gli addetti stampa pubblici e privati che possono così rilanciare nelle opportune sedi le istanze avanzate da giornalisti che soffrono come gli altri la crisi del settore.

«La giornata di ieri chiude la fase incerta seguita alla scomparsa del fondatore Gino Falleri ed è il frutto di un anno e mezzo di lavoro che ha visto il Gus Sicilia protagonista nell'opera di riorganizzazione a livello nazionale, conclusa, per altro, con l'elezione di una donna, Assunta Currà, alla presidenza», dichiara in una nota Francesco Di Parenti, presidente Gus Sicilia.

«A titolo personale, e a nome di tutti gli iscritti al nostro Gruppo, esprimo massima soddisfazione perché la rappresentanza siciliana è importante e qualificata. Quella di Marina Mancini alla carica di segretaria è stata una scelta voluta dalla presidente Currà e premia una collega che unisce capacità operative e competenza, mentre Angelo Palillo, eletto componente della giunta esecutiva, voluto all'unanimità da nostro direttivo, con la sua conoscenza del comparto pubblico accresce l'incisività del Gus nazionale proprio mentre si sta per chiudere la partita della nuova contrattazione di settore e si sta per mettere mano alla riforma della legge 150 del 2000.

Marina e Angelo saranno due validissime risorse per il Gus nazionale e sapranno far arrivare agevolmente le nostre istanze nei tavoli che contano. A tutti, buon lavoro».