Sabato, 15 dicembre 2018 ore 04:04
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Contratto di lavoro / Ecco la proposta presentata alla Fieg e che la Fnsi ha tenuto finora segreta

Cambia il contratto, attivita giornalistica non più quotidianaLo scorso 11 novembre la segretaria della Fnsi ha inviato al responsabile del Dipartimento sindacale della Fieg una proposta di modifica del contratto di lavoro giornalistico che prevede la cancellazione o la modifica di 7 articoli fra i quali il fondamentale articolo 1 del Cnlg.
Da allora – e sono passati 8 mesi - questo testo non è mai stato reso pubblico. Alle Associazioni di stampa e alla Giunta venne trasmesso solo una sintesi delle linee guida di un confronto con gli editori che – si disse – era ancora alle fasi iniziali.
I fatti hanno dimostrato il contrario. L'ipotesi di radicale riformulazione degli articoli 1, 2  e 36 del contratto nel corso degli incontri con la Fieg è stata posta sul tavolo in modo ufficiale sebbene – fino ad ora – il sindacato, nelle sue diverse articolazioni, non solo non ne abbia mai parlato ufficialmente ma non ne abbia avuto nemmeno visione.
La proposta è stata resa nota dai vertici federali solo durante la riunione della Clan (la Commissione lavoro autonomo nazionale) la scorsa settimana.
A poco vale ricordare, in via ufficiosa, che il Consiglio nazionale, a maggioranza, lo scorso maggio ha dato mandato al segretario di trattare con la Fieg privilegiando il criterio dell'inclusione di collaboratori e precari. Al contrario è d'obbligo il richiamo allo Statuto della Fnsi.

E' la Giunta, infatti, che – recita lo Statuto all'articolo 19 -  “studia, elabora e coordina - consultate preliminarmente le AA.RR.SS. e d'intesa con le Commissioni nazionali per le trattative contrattuali di cui al successivo art. 21 - le proposte di modifica per la rinnovazione del contratto nazionale di lavoro giornalistico; approva le anzidette proposte sentite le Commissioni nazionali per le trattative contrattuali; conduce le trattative sindacali; stipula i contratti nazionali di lavoro giornalistico in nome e per conto della FNSI; vigila sull'applicazione delle norme contrattuali anche con intervento diretto e promuove ogni iniziativa connessa”.
 Inoltre all'articolo 25 lo Statuto specifica: “Le trattative per i rinnovi dei contratti o, comunque, riguardanti accordi sindacali sono condotte, secondo quanto previsto dall'art.19, dalla GE, la quale stipula e sottoscrive, a nome e per conto della FNSI, i contratti nazionali di lavoro e quant'altro regola la prestazione giornalistica”.  

Dunque non possono certamente essere la segreteria o, peggio, solo il Dipartimento sindacale a stilare delle proposte e a condurre le trattative tagliando fuori da ogni confronto la Giunta e le associazioni di Stampa come è invece finora avvenuto.

Ecco il testo integrale delle proposte di modifica del contratto

 

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la politica sui Cookies