Martedi, 20 aprile 2021 ore 05:43
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Informazione, migranti e tradizioni religiose: due nuove sezioni del premio 'Giuseppe De Carli'

Vanno ad arricchire il concorso promosso e organizzato dall'omonima associazione culturale e giunto quest'anno alla sesta edizione. Per entrambe la scadenza per presentare gli elaborati è il 30 giugno 2021. Al centro della riflessione temi quali pregiudizi, minoranze, integrazione, deontologia.

premio de carli

Due nuove sezioni vanno ad arricchire il premio giornalistico 'Giuseppe De Carli per l'informazione religiosa', promosso e organizzato dall'omonima associazione culturale e giunto alla sesta edizione (qui il link al bando). Oltre alla tradizionale sezione, quest'anno dedicata al tema 'La Chiesa durante la pandemia di Covid-19', sono stati istituiti due riconoscimenti: 'Informazione e migranti', promosso dall'associazione in collaborazione con il Comitato 'Informazione, migranti e rifugiati', e 'Informazione e tradizioni religiose', in collaborazione con il Comitato 'Giornalismo & Tradizioni religiose'.

Nel primo caso, al centro degli elaborati dovranno esserci questioni che investono l'attualità internazionale, come ad esempio: il superamento dei pregiudizi sui migranti; il ruolo e il rispetto delle minoranze; l'importanza della convivenza e della integrazione; la rappresentazione mediatica della sofferenza e dell'emergenza; la deontologia nel racconto del fenomeno migratorio; la percezione del fenomeno della migrazione e politiche di accoglienza.

Possono partecipare giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti o corrispondenti esteri, nei settori della carta stampata, dell'emittenza radiofonica, televisiva e dei nuovi media, in testate sia nazionali che estere. I lavori dovranno essere prodotti dal 1° marzo 2020 al 31 marzo 2021 e presentati entro il 30 giugno 2021.

«Questo appuntamento – spiegano i promotori – è frutto della iniziativa del Comitato 'Informazione, migranti e rifugiati', coordinato dalla Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce, con Associazione Iscom, Harambee Africa International, Scalabrini International Migration Institute, Centro Astalli e Fondazione Migrantes».

La seconda novità del bando 2021 del premio De Carli riguarda il rapporto fra 'Informazione e Tradizioni Religiose', sempre con lo sguardo rivolto all'attualità internazionale, e in particolare su: il superamento dei pregiudizi e del fanatismo; il ruolo e il rispetto delle minoranze; l'importanza della convivenza e della integrazione; la deontologia nel racconto delle tradizioni religiose; la percezione nei confronti delle tradizioni religiose.

Anche in questo caso il bando è rivolto a giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti o corrispondenti esteri, nei settori della carta stampata, dell'emittenza radiofonica, televisiva e dei nuovi media, in testate sia nazionali che estere. Identici anche i riferimenti temporali: lavori prodotti dal 1° marzo 2020 al 31 marzo 2021 e presentati entro il 30 giugno 2021.

L'iniziativa è promossa dal Comitato 'Informazione e Tradizioni Religiose', coordinato dalla Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce, con Associazione Iscom, Associazione De Carli e Fondazione Promocion Social.

@fnsisocial

Condividi